I principali motivi per cui i marchi falliscono su Instagram

Guest post fornito da Ashish Sharma

Instagram è la seconda piattaforma di social media più popolare, dopo Facebook. Attualmente, questa piattaforma di condivisione di foto ha più di 700 milioni di utenti e ottiene ogni giorno più di 4,2 milioni di Mi piace nei suoi post.

E poiché Instagram ha aperto le sue porte alle aziende per fare pubblicità sulla piattaforma, gli esperti di marketing stanno cogliendo l'opportunità di apparire nei feed di notizie dei loro clienti target. E perché non dovrebbero? Uno studio condotto alla fine del 2016 ha affermato che Instagram ha un coinvolgimento 20 volte maggiore rispetto a Twitter e 15 volte più rispetto a Facebook.

Il tuo marchio è nuovo sui social media? Prendi una copia del nostro eBook gratuito: come adattare il tuo marchio ai social media

Tuttavia, è anche vero che molte aziende non riescono a convincere la base di utenti proattiva e altamente coinvolta di Instagram a toccare le loro pubblicità. E non sono solo piccoli marchi: grandi nomi come Coca-Cola, Victoria's Secret e McDonald's non riescono a catturare il pieno potenziale di Instagram.

Quali errori commettono questi (e i tuoi) marchi che impediscono loro di dominare una delle piattaforme di social media in più rapida crescita?

Rivediamo i comuni passi falsi che i marchi fanno durante la pubblicità su Instagram in modo da avere una lista di controllo su cosa non fare.

1. Non sei abbastanza unico

Ricorda, ci sono molti marchi su Instagram in cerca di attenzione, alcuni dei quali hanno prodotti simili e indirizzano il tuo pubblico al tuo. Proprio come competi con così tanti marchi sul mercato, competi per lo spazio e la condivisione della mente online. Quindi, come stai differenziando il tuo marchio dagli altri marchi con i contenuti che crei e condividi?

2. Hai un tempismo negativo

Quando pubblichi su qualsiasi piattaforma di social media, i tempi sono molto importanti. Sebbene l'algoritmo di Instagram sia basato sulla pertinenza piuttosto che sul tempo (ovvero, genera feed degli utenti in base ai loro interessi e attività anziché mostrare tutti gli elementi in ordine cronologico), dovresti comunque pubblicare post quando le persone controllano di più le loro app di social media . Ciò renderà più probabile che i tuoi contenuti vengano visualizzati, apprezzati e condivisi e che l'algoritmo ne amplifichi l'esposizione.

3. I tuoi contenuti non sono abbastanza focalizzati

Instagram non è il posto giusto per infografiche affollate o immagini casuali. Sii attento al tema e alla presentazione in corso dei tuoi post. Ogni utente che scorre attraverso il proprio feed si ferma a guardare attentamente un post se attira la sua attenzione e parla dei propri valori. Migliore è il tuo contenuto focalizzato su una nicchia pertinente, maggiori sono le possibilità che un utente interrompa e assorba il tuo post.

4. Le tue foto sono di bassa qualità

Instagram è una piattaforma visiva e le persone che la usano regolarmente si aspettano un certo livello di qualità estetica. Assicurati che le tue foto originali vengano scattate con un fulmine adeguato e ad alta risoluzione. Se si utilizzano immagini stock, assicurarsi che siano autentiche. Riduci al minimo le modifiche in modo che le tue immagini non sembrino false.

5. Non pubblichi abbastanza frequentemente

La maggior parte dei marchi ritiene che la pubblicazione una o due volte al giorno dovrebbe essere sufficiente. Tuttavia, secondo uno studio di Union Metric, i marchi che pubblicano una volta ogni ora godono di tassi di coinvolgimento più elevati su tutti i loro contenuti, sia post che pubblicità. Si scopre che, in questo caso, di più è di più.

6. Stai abusando degli hashtag

È fondamentale comprendere il ruolo significativo degli hashtag su Instagram. Usando troppi, troppo pochi o semplicemente quelli sbagliati, tutti questi possono rivelarsi svantaggiosi per il tuo marchio. Prima di usare un hashtag, fai qualche ricerca per vedere a cosa serve principalmente. Cerca alcuni hashtag brevi che non distraggano il tuo messaggio, quindi nuove persone possono trovarti ma i tuoi attuali follower non sono infastiditi.

7. Il tuo account aziendale è privato

Sì, succede davvero. Non c'è motivo per mantenere privato il tuo account aziendale, perché l'intera idea è quella di raggiungere un nuovo pubblico e guadagnare follower. Se sei preoccupato per la privacy, assicurati che il tuo account aziendale sia separato dal tuo account personale. Invece di approvare ogni nuovo seguace, apri le porte e dai il benvenuto alle masse. Puoi sempre bloccare i piantagrane quando e se si presentano.

Riassumendo tutto

Con la crescente popolarità di Instagram, continuerà a crescere. Come piattaforma di social media, è intrigantemente unica. È visivo, attira l'attenzione indivisa dei suoi utenti e mantiene gli utenti coinvolti con nuove e divertenti funzionalità.

Sì, richiede alcuni investimenti, ma con campagne creative mirate appositamente progettate per la piattaforma, Instagram può offrirti più conversioni di qualsiasi altro canale social. Più utenti di Instagram preferiscono fare acquisti online rispetto agli utenti di Facebook, quindi è un canale potenzialmente redditizio da padroneggiare. E seguendo questi suggerimenti, sarai sulla buona strada.

Pronto a fare un tuffo sociale? Prendi una copia del nostro eBook gratuito: come adattare il tuo marchio ai social media

Informazioni su Ashish Sharma

Ashish Sharma è un account manager e scrittore di contenuti creativi specializzato in strategia di marketing e costruzione di nuovi affari presso WeDigTech, una società di sviluppo di app mobili premiata in India con uffici vendite negli Stati Uniti WeDigTech è focalizzata sull'aiuto alle start-up aziendali, da domestiche a multinazionali .

Originariamente pubblicato su www.lucidpress.com.