Risposta a "Gli influencer di Instagram stanno facendo impazzire gli hotel di lusso"

Post originale:

Questa è la mia risposta a "Gli influenzatori di Instagram stanno facendo impazzire gli hotel di lusso" di Taylor Lorenz dell'Atlantico. Quando la mia risposta ha colpito 1.000 parole (una lettura di 5 minuti - ora 6 minuti), sapevo che dovevo dare la sua storia. Ho intenzione di scrivere sul marketing degli influencer da aprile quando stavo pubblicando su Medium più volte alla settimana, ma fino a quando non ho letto la storia di Taylor, le parole non mi sono venute in mente. Poi ho letto la sua storia e l'hanno fatto.

Tutto quello che ho aggiunto qui sono le foto (necessarie per una storia), alcune note tra parentesi, un paragrafo in più e l'intro sopra.

[Modificato per aggiungere una biografia per il contesto: mentre la mia biografia di profilo medio menziona solo il mio coaching ADHD, ho credibilità nel marketing e nei social media. Sono stato coinvolto in comunità online e social media dalla metà degli anni '90. Mi considero un esperto di social media. Gestisco i social media per altre persone da molti anni. Ho creato la mia attività di coaching mentre lavoravo come Social Media Manager per un grande istituto finanziario e continuerò a lavorare come uno a tempo parziale, a tempo pieno e / o come libero professionista mentre continuo a costruire la mia attività. Ho anche una laurea (Bachelor of Arts, Honours) in Comunicazione di massa.]

Ho così tanti pensieri qui [all'articolo menzionato sopra], da entrambi i lati della relazione dell'influencer. Scusa la lunghezza, che è la lunghezza della posta stessa. Andrò più in dettaglio su questo nel contesto dell'articolo:

Linh ha detto che mentre gli hotel stanno ancora cercando di capire il ritorno a lavorare con gli influencer ...

Mi sorprende che le persone parlino di "influencer marketing" come se fosse una novità e che gli affari "stiano ancora cercando di capirlo". Ormai non ci sono molti libri, articoli e guide sull'argomento? L'influencer marketing esisteva prima di Instagram e, tuttavia, "influencer" è diventato sinonimo di "Instagram". Gli influencer di Blogger sono ancora attivi. Le migliori nicchie per influenzatori che blog (secondo me): tecnologia, cibo, mamma blogger / genitori, affari, finanza.

Il motivo per cui sto inserendo questo commento qui in cima al mio commento, anche se la citazione è apparsa più in profondità nell'articolo è questo: molti anni fa ero un food blogger ed ero considerato un influencer / ambasciatore - un lato della relazione influencer. Questo era prima di Instagram. Ho anche twittato e usato i canali dei social media quando sono sorti (ma non Snapchat). Ho lavorato sia con società di PR che mi hanno contattato sia direttamente con i proprietari di attività commerciali.

Il raggio d'azione dell'influencer non è mai stato perfetto. I miei numeri non erano particolarmente alti, eppure ho ricevuto inviti a eventi e offerte di prodotti gratuiti. Ho accettato le offerte in linea con i miei valori e ho rifiutato il resto. Poiché i miei numeri erano inferiori rispetto alle altre persone, mi sono assicurato che la mia qualità fosse alta e che ho preso una prospettiva diversa per distinguermi. Ad esempio, una volta sono andato a una dimostrazione di latte di riso e poi ho scritto dei pro e dei contro del riso dal punto di vista nutrizionale. Alla fine, il mio blog sul cibo è diventato incentrato sulla nutrizione e il mio desiderio di distinguermi dagli altri food blogger (in modo che non stessimo tutti scrivendo la stessa cosa) è uno dei motivi di ciò. Le persone a volte menzionano ancora il mio blog sul cibo e l'ho ritirato qualche anno fa.

Abbiamo un processo piuttosto rigoroso ", ha detto Jones. "Guardiamo al coinvolgimento più di ogni altra cosa ... Dobbiamo filtrare gli influencer che hanno praticamente acquistato robot. Ce ne sono molti in questi giorni.

SÌ. Mio coniuge è il proprietario di un ristorante, che è l'altro lato della relazione tra influencer in cui sono coinvolto. Un "influencer" con 10.000 follower una volta lo ha distrutto su Instagram, dopo aver telefonato al ristorante e aver minacciato quella minaccia perché il mio coniuge non avrebbe voluto fornire un rimborso per il cibo che il cliente scontento aveva ordinato a un servizio di consegna. Il cibo lascia sempre il ristorante in perfette condizioni - tenuto caldo in una scatola termica fino a quando viene raccolto, anche - ma a volte l'autista spinge il cibo o peggio. Il team della cucina lo esaminò. Tutto era corretto dalla loro parte.

Quando abbiamo gestito l'account dell'influencer attraverso alcuni strumenti online, tutti hanno stimato che almeno il 63% dei follower non era reale (indicando "robot acquistati").

Invece di un rimborso, il mio coniuge ha offerto un pasto gratuito, un'offerta di cui il cliente si è lamentato su un sito di recensioni. Questa piccola storia illustra anche il senso del diritto di alcune persone.

Quell'account "influencer" era anche un account "hashtag da ripubblicare", con pochissimi contenuti originali. Sono ora diffidente nei confronti di quelli, insieme a qualsiasi "influencer" che non include il loro nome nel loro profilo. Gli account anonimi con un gran numero di follower sollevano bandiere rosse. Nella secolare pratica di pubblicare su Internet, ci sono sempre state persone che restano anonime e si scatenano. Mi ricorda sempre la battuta di Jay & Silent Bob Strike Back, “Ecco a cosa serve Internet; calunniare le persone in modo anonimo. " A volte l'anonimato viene usato per il bene, ma in quei casi in cui non lo è, contamina il privilegio dell'anonimato per tutti.

Bedwani ha affermato che è fondamentale che gli hotel stabiliscano termini espliciti nelle loro trattative con gli influenzatori. "Conosco un marchio importante che si è aperto e ha volato su un aereo pieno di influencer", ha detto. “Tre quarti di loro non hanno nemmeno pubblicato. È stato un grosso fallimento per la loro squadra. "

È qui che i contratti tornano utili. Ai miei tempi come "influencer", era considerato di cattivo gusto insistere su un post, ma ora è necessario a causa del numero di persone che ne approfittano.

"Se ti lascio rimanere qui in cambio di una funzione in un video, chi pagherà lo staff che si prende cura di te? Chi pagherà le governanti che puliscono la tua stanza? ... Chi pagherà per la luce e il calore che usi durante il tuo soggiorno? Forse dovrei dire al mio staff che saranno presenti nel tuo video al posto di ricevere il pagamento per il lavoro svolto mentre sei in residenza? "

Assolutamente. Nessuno con esperienza dovrebbe lavorare gratuitamente con la pretesa di ottenere "esposizione", quindi perché un'azienda dovrebbe? Chi coprirà quei costi per l'hotel? Potrebbero far parte del budget di marketing, ma in genere i costi per il personale e le utility non lo sono. Tutti dovrebbero essere equamente compensati per il tempo e lo sforzo che dedicano al loro lavoro e per i costi associati.

Mia moglie ha avuto una (influente) cena con influencer su Instagram nel suo ristorante. È stato organizzato da qualcuno che controlla gli influencer per il fidanzamento. Questo è fantastico in teoria. Però,

1. La maggior parte di quegli influencer proveniva dalla periferia. Le persone della periferia non viaggiano in città per mangiare, quindi è improbabile che tornino. Il ristorante è abbastanza vicino a casa loro che non è considerato un "viaggio" e troppo lontano da visitare solo per cena. Inoltre, hanno altri ristoranti da visitare per le cene degli influencer.

2. Lo dico da anni: solo perché una persona fa clic su "mi piace" o risponde con un commento, non significa che comprerà.

3. Infine, molti dei Mi piace e dei commenti ricevuti da questi post su Instagram provenivano da luoghi lontani. Ho risposto (dall'account Instagram del ristorante) a ogni commento su ogni post di influencer. La gente del posto ha ricevuto una risposta sulla falsariga di "Grazie, vieni a trovarci in qualsiasi momento". Le persone a New York hanno ricevuto risposte come “Grazie! Toronto è a un'ora di volo da New York. Vieni a trovarci! ” I commentatori internazionali hanno ricevuto qualcosa del tipo: “Grazie! Aggiungi questa foto ai segnalibri come riferimento in modo che se mai ti trovi a Toronto, ti ricordi di farci visita. " Una vegetariana di fuori città ha commentato positivamente una foto di carne e, a lei, ho detto qualcosa del tipo: "Abbiamo opzioni vegetariane e possiamo consigliare altri ristoranti". Mi sono offerto di dare consigli a molti cittadini fuori città per aggiungere valore e farli sentire i benvenuti.

Solo due influencer sono tornati. Uno ha portato un gruppo di persone e non ha dato la mancia.

Un altro "influencer" ha raggiunto il messaggio diretto e ha detto che gli sarebbe piaciuto visitare per il brunch. Non ha menzionato il "pasto gratuito" ma ho sentito che era implicito. La mia risposta è stata: "Ci piacerebbe averti. I nostri prezzi sono tutti $ 20 ed è incluso un buffet di piatti a volontà. ” Nessun cibo gratis per te, amico, ma sei il benvenuto a pagare per mangiare, e poi condividerlo, come qualsiasi altro principio generato dagli utenti.

Il miglior affare e influenza che riceviamo provengono da persone che pagano per esserci, anche se si tratta di un evento "privato, esclusivo, fuori menu". È come se il concetto di "libero" lo rendesse meno prezioso.