Instagram: cosa succede esattamente quando apri l'app

Per capire completamente come funziona un Instagram, pensa ai passi che uno studente dovrebbe prendere per comporre un documento di ricerca. Gli studenti devono andare in biblioteca, trovare informazioni, raccogliere tali informazioni e riportarle a scuola per includerle nei loro documenti.

Il processo in cui un'immagine di Instagram viene pubblicata e quindi appare sullo schermo dell'iPhone di una persona è abbastanza simile. Innanzitutto, quando carichi o pubblichi un'immagine sul tuo account Instagram, quell'immagine viene salvata sul server di dati di Instagram o Amazon, comunemente indicato come "cloud". Il "cloud" è il luogo in cui i dati vengono archiviati nei server e nei banchi di memoria. I dati volano attraverso i server alla velocità della luce attraverso oltre 21 milioni di piedi di cavo in fibra ottica. Secondo un blog scritto da "Instagram Engineering",

"Le foto stesse vanno direttamente su Amazon S3, che attualmente memorizza diversi terabyte di dati fotografici per noi. Usiamo Amazon Cloud Front che aiuta con i tempi di caricamento delle immagini dagli utenti di tutto il mondo (come in Giappone, il nostro secondo paese più popolare). "

All'inizio Instagram ha utilizzato i server di dati di Amazon per archiviare i dati, ma una volta che Facebook ha acquistato Instagram, sono passati lentamente ai server di dati di Facebook.

Data center che ospita i server.

Ogni data center ospita decine di migliaia di server, collegati in rete e collegati al mondo esterno tramite cavi in ​​fibra ottica. Ogni volta che condividi informazioni su Instagram, i server di questi data center ricevono le informazioni e le distribuiscono ai tuoi follower. Questi server si trovano in tutto il mondo. La prima server farm di Facebook si trova a Prineville, in Oregon. Dalla costruzione della loro prima fattoria, hanno ampliato le loro risorse a Forest City, Carolina del Nord, Lulea, Svezia, Altoona, Iowa, Fort Worth, Texas, Clonee, Irlanda e Los Lunas, New Mexico.

Primo data center di Facebook situato a Prineville, Oregon.Data center farm a Fort Worth, Texas in costruzione.

I server sono alimentati da AMD (Advanced Micro Devices) e chip Intel con schede madri progettate su misura per i server di Facebook. Riferito da wedopedia.com, "i processori sono costituiti da unità logiche aritmetiche (ALU), che eseguono operazioni aritmetiche e logiche e l'unità di controllo (CU), che estrae le istruzioni dalla memoria e le decodifica e le esegue". In un post di techwalla.com, Steve McDonnell si riferisce al processore come al "cervello" del computer. Scrive "il tuo processore gestisce tutti i dati ed esegue tutti i programmi che ti consentono di svolgere queste attività (e-mail, posta online, navigare in Internet o scattare foto)".

Facebook e la scheda madre su misura di Instagram.

Ora che hai un'idea di dove sono archiviati i dati, rivisitiamo l'analogia del documento di ricerca e appliciamoli al processo di visualizzazione di un post di Instagram. In che modo esattamente la foto che pubblichi arriva agli iPhone del tuo follower? Quando apri l'applicazione Instagram, stai inviando una richiesta nei server di dati di Instagram per ottenere informazioni o dati. Le informazioni che stai richiedendo sono le foto che compaiono sul tuo feed Instagram. Quella richiesta quindi va a Internet aperto.

Per poter accedere alle immagini che le persone che segui hanno pubblicato, la richiesta viene suddivisa in "pacchetti". Secondo techopedia.com, "un pacchetto di dati è un'unità di dati trasformata in un singolo pacchetto che viaggia lungo un determinato percorso di rete". Pensa ai "pacchetti" come a piccoli blocchi di informazioni che creano le immagini che gli utenti vedono sui loro dispositivi. Come indicato in howstuffworks.com, "ogni pacchetto contiene parte del corpo del messaggio".

Processo di un pacchetto sul router.Pacchetti che passano attraverso i router.

Spiegato in un video YouTube di Cisco, questi pacchetti si convertono in impulsi di segnali luminosi o radio, che viaggiano attraverso i cavi verso i router. Riferendo questo concetto all'analogia del documento di ricerca, pensa ai pacchetti come agli "studenti" e ai cavi in ​​fibra ottica come alla "strada" su cui gli studenti percorrono per raggiungere la biblioteca. I router si trovano intorno a te. Sono i dispositivi che ti consentono di accedere a Internet e di fornirti il ​​WiFi. Il router invia i pacchetti ai server Internet aperti nei data center. Pensa a questi data center come a una "libreria". Una libreria ha centinaia di scaffali pieni di tutti i tipi di informazioni, simili a questi data center.

Cavi a fibre ottiche che si collegano ai router.

I pacchetti viaggiano attraverso i cavi a terra e finiscono nei data server center. I cavi dall'esterno sono collegati ai cavi all'interno del centro del server, che sono collegati alle barre del bus. Come spiegato da Joe Kava, un dipendente di uno dei data center di Google, le barre del bus sono essenzialmente spine. Alle barre del bus, ci sono cavi di prolunga che sono collegati per connettersi a tutti i server. In un'intervista con Ken Patchett, direttore generale del data server center di Facebook a Prineville, Oregon, spiega il percorso che i pacchetti seguono all'interno dei data server center. La richiesta dalle caselle del server Internet aperto va ai server di dati e recupera le informazioni che sono state richieste di vedere. Patchett racconta al programma TV How How Do It, in un'intervista, "I server di dati compilano tutte le informazioni e le restituiscono ai server Internet aperti". Allo stesso modo, gli studenti che lavorano su un documento di ricerca andranno in biblioteca, raccoglieranno le loro informazioni e torneranno a scuola per lavorare sui loro documenti. I server Internet aperti inviano quindi le informazioni, o i pacchetti, attraverso i cavi in ​​fibra ottica ai router che poi trasformano i pacchetti in segnali radio ed energia luminosa. I segnali vengono inviati dal router al tuo dispositivo, dove i pacchetti vengono riuniti per formare le immagini che vedi sul tuo feed Instagram.

Per la maggior parte delle persone condividere e pubblicare foto su Instagram è solo una parte della loro vita quotidiana. Quando pubblicano un'immagine, molto probabilmente non pensano alla quantità di energia e alla distanza che l'energia deve percorrere per aprire le immagini sul loro feed.