Siediti, signore e signori. Lascia che ti racconti una piccola storia ...

Un giorno stai usando il tuo sistema e noti che le cose sembrano funzionare un po 'più lente di quelle a cui sei abituato. Dopo essere rimasto per qualche istante perplesso, alla fine ti rendi conto che l'utilizzo della memoria fisica è eccessivamente alto, o almeno molto più alto di quanto dovrebbe essere per quello che stai utilizzando. Per curiosità, controlli le informazioni del tuo sistema ... solo per scoprire che hai installato circa un quarto della RAM che dovresti.

Questo mi è successo. Nel mio caso, stava visualizzando 12 GB di RAM installati e 4 GB disponibili. Comprensibilmente, ero un po 'sconcertato. Per fortuna, da allora ho risolto il problema. Ecco cosa puoi fare se ti ritrovi nei miei panni.

Oh, e per la cronaca, il sistema operativo che sto usando è Windows 7 Enterprise.

Passo 1: controlla il tuo sistema operativo

Icona di Windows 7

Per prima cosa, vorrai ricontrollare quale sistema operativo hai installato. Suppongo che la maggior parte di voi sia qui perché improvvisamente avete notato che il sistema rallenta in modo leggendario, ma vale comunque la pena notare che alcune installazioni di Windows hanno limiti alla quantità di memoria che sono in grado di indirizzare. Dai un'occhiata a questa pagina della guida di Microsoft per vedere se il problema potrebbe essere correlato al sistema operativo. Se lo è, ho brutte notizie per te: l'unico modo per risolvere davvero il problema è l'aggiornamento.

Fase due: controllare il software

Presumibilmente, questo è dove la maggior parte di voi inizierà. È certamente da dove ho iniziato. Vedi, sapevo per certo che la mia limitazione di memoria non era basata sulla versione di Windows che stavo usando. Era qualcos'altro, ed era solo una questione di capire cosa.

Controlla e vedi se le tue impostazioni di configurazione del sistema sono bloccate o meno. Vai al menu Start e digita msconfig nella barra di ricerca. Esegui il programma che appare come amministratore, quindi vai alla finestra di configurazione del sistema. Assicurati che la casella di controllo Memoria massima sia deselezionata, quindi fai clic su OK. Infine, riavvia.

Se il problema persiste, vai al passaggio tre.

Fase tre: giocherellare con il BIOS

BIOS

Nota: non scherzare nel BIOS se non sei assolutamente sicuro di ciò che stai facendo. L'impostazione di qualcosa di sbagliato e il disordine delle impostazioni di tensione in particolare possono causare danni irreversibili al sistema.

Detto questo, la prima cosa che dovrei fare è controllare per vedere se c'è un aggiornamento del BIOS per la tua specifica scheda madre. Se vuoi sapere cosa stai eseguendo senza dover aprire il tuo caso, di solito puoi capirlo accedendo all'utilità Informazioni di sistema (disponibile in Accessori-> Strumenti di sistema). Lì, dovresti trovare sia il modello del sistema che il produttore del sistema, nonché la tua versione attuale del BIOS. Da questo punto, di solito si tratta semplicemente di visitare il sito Web del produttore e scaricare un aggiornamento. C'è una piccola possibilità che questo risolva il problema, ma non è affatto garantito.

Se non funziona, vorrai avviare il BIOS e abilitare il remapping della memoria. Sfortunatamente, non posso davvero aiutarti qui. Ogni singola scheda madre è dotata di un BIOS leggermente diverso e, di conseguenza, ciò che funziona per uno probabilmente non funzionerà per un altro. Il miglior consiglio che posso darti qui è di guardarti intorno online e vedere se c'è qualche documentazione per il tuo particolare modello che ti circonda per aiutarti.

Mentre sei lì, controlla anche le dimensioni dell'apertura video AGP. È un colpo lungo, ma cambiare quell'impostazione potrebbe liberare un po 'di RAM.

Quarto passaggio: re-Seat

Ripristino della RAM

Questo è ciò che alla fine ha risolto il mio problema. È possibile che la RAM sia danneggiata o inserita in modo errato. Spegni e scollega il computer, assicurandoti che tutti i componenti abbiano smesso di funzionare prima di fare qualsiasi altra cosa. Assicurati che non ci sia elettricità statica intorno a te (un braccialetto di messa a terra è sicuramente tuo amico, in questo caso). Quindi, apri la custodia e rimuovi la RAM. Memorizza in quale ordine è installato, come nella maggior parte dei casi, questo è estremamente importante; la reinstallazione errata della memoria può portare a problemi ancora più frustranti. Riposiziona ogni stick, assicurandoti che sia correttamente collegato prima di passare a quello successivo. È possibile che si senta un clic mentre si preme; E 'normale. Fatto ciò, incrocia le dita e ricomincia.

Se il problema persiste, il passaggio successivo è scaricare ed eseguire Memtest86. Stai per testare per vedere se hai RAM difettosa. Prega di no, perché il tuo prossimo passo non sarà divertente se lo fai.

Oltre a ispezionarli per danni fisici (che non è sempre immediatamente evidente), l'unico modo affidabile per farlo è attraverso tentativi ed errori. Rimuovi tutti i bastoncini. Riposizionare un singolo stick al suo posto e avviare il sistema. Se si avvia, probabilmente lo stick è buono. Risciacqua e ripeti fino a quando non hai provato ogni singolo pezzo di RAM. Nota che anche il tuo slot RAM / scheda madre potrebbe essere il colpevole. Se il sistema non si avvia con un particolare pezzo di RAM, prova a inserirlo in uno slot diverso. Inoltre, alcune chiavette RAM sono installate in coppia e potrebbero non funzionare senza il loro partner.

Fase cinque: controllare la CPU

processore

Infine, ma non meno importante, dopo aver provato tutto il resto, ti consigliamo di controllare la tua CPU. L'ho lasciato per ultimo perché, beh ... sarà doloroso.

Che ci crediate o no, c'è la possibilità (anche se piccola) che i vostri problemi di RAM non siano legati ai vostri stick, ma al vostro processore. Dovrai riposizionare la tua CPU. Assicurati di avere un po 'di pasta termica pronta e quando esegui il re-seat, controlla la CPU per eventuali pin piegati o danneggiati. Questa guida ti guiderà attraverso il processo di base.