5 rivenditori a dondolo Facebook Messenger Marketing e chatbot

I chatbot stanno aiutando i rivenditori a trattare i loro clienti come i VIP che sono. Il divario tra esperienze offline e online è ora facile da colmare.

Con il marketing di Facebook Messenger e l'integrazione dei chatbot, i marchi al dettaglio ora hanno gli strumenti perfetti per interagire e interagire con i loro clienti.

La possibilità di creare chatbot in Messenger ha dato ai marchi la possibilità di interagire con i propri clienti in modo personalizzato.

Ora puoi fornire suggerimenti accurati, fornire ai tuoi clienti incentivi, upsell e cross-sell, fornire accesso esclusivo e consentire loro di vedere le anteprime dei prodotti in arrivo.

Fare tutto ciò renderà più interessante il percorso del cliente, che a sua volta crea lealtà e fiducia. I chatbot al dettaglio consentono semplicemente a tutti i clienti di sentirsi speciali.

Dan McDonald, direttore dello sviluppo di chatbot presso la principale agenzia di marketing di messaggistica Chit Chat, ha dichiarato: "Il marketing di Messenger consente ai marchi di interagire con i consumatori in una conversazione a 2 vie ben oltre il clic sull'annuncio iniziale - è tutto ciò che la posta elettronica avrebbe potuto e avrebbe dovuto essere".

Pensi ancora che il marketing e i chatbot di Facebook Messenger non siano tutto questo? Bene, ecco 5 rivenditori di fama mondiale che usano i chatbot nella loro attività.

1. BURBERRY

Burberry ha deciso di implementare l'uso dei chatbot nel 2016 durante la London Fashion Week. Il loro chatbot al dettaglio è stato utilizzato per fornire ai clienti approfondimenti dietro le quinte.

Ha inoltre fornito agli utenti un puzzle di gif e immagini. Una volta risolto il puzzle, sarai in grado di acquistare dalle loro ultime collezioni.

Tuttavia, quella non era la fine del chatbot; Burberry stava appena iniziando. Con il loro chatbot già integrato in Facebook Messenger, hanno iniziato a inviare notifiche ai propri clienti e abbonati tramite Messenger.

I clienti hanno ricevuto inviti per le vacanze, inviti pre-ordine, inviti a sfilate live, notifiche per cercare regali e altro ancora.

Ora, il chatbot di marca è più sofisticato in quanto può connettere automaticamente i clienti a un rappresentante del servizio clienti. Puoi anche usarlo come localizzatore di negozi o per trovare uno dei consulenti del marchio.

Semplicemente integrando il loro bot di messaggistica nella loro strategia di marketing, il marchio è stato in grado di creare fiducia, lealtà, conversioni in negozio e coinvolgimento.

2. LEVI'S

Levi's Virtual Stylist è stato creato dalla partnership tra il marchio e una piattaforma di chatbot al dettaglio. Il chatbot è disponibile sul sito Web di Levi e su Facebook Messenger.

Questo chatbot aiuta i clienti a trovare il giusto paio di jeans. Non è necessario navigare attraverso il sito Web per ore. Tutto quello che devi fare è fornire al chatbot le informazioni giuste e verrà fornito il miglior paio di jeans che corrisponde alle tue informazioni.

Il bot chiede agli utenti le dimensioni, la vestibilità, il rialzo, il lavaggio e l'allungamento. Quindi utilizza queste informazioni per cercare il perfetto paio di jeans.

Inoltre, gli utenti possono ottenere consigli di stile e accesso mobile alle sfilate di moda da questo chatbot.

3. TOMMY HILFIGER

Nel 2016, dopo che Tommy e il suo team hanno siglato la collaborazione con la top model, Gigi Hadid, decidono di creare un chatbot. Ciò li ha resi il primo marchio al dettaglio a utilizzare i chatbot. Lo scopo del bot era guidare il traffico e proiettare la vendita della collezione TOMMYxGIGI.

Il chatbot è stato integrato in Messenger e i clienti sono stati in grado di interagire facilmente con esso. Quando un utente impegna il chatbot, lo saluta e lo introduce nella nuova raccolta.

Il bot procede quindi a fornire all'utente tre opzioni di conversazione, tra cui dietro le quinte della sfilata di moda, sfogliando la collezione o ottenendo fantastici consigli di stile.

Attraverso l'uso di questo chatbot al dettaglio, il marchio è stato in grado di fornire ai propri clienti un servizio personalizzato. Sono stati anche in grado di indirizzare efficacemente i propri utenti e fornire loro contenuti pertinenti.

4. H&M

H&M è un marchio con un vasto inventario che include diversi stili e prodotti. Sarebbe una seccatura per un cliente esaminarli tutti ogni volta.

Pertanto, il marchio ha deciso di semplificare le cose per i propri clienti integrando un chatbot nella loro strategia di marketing.

Gli utenti devono solo dire al bot il tipo di abbigliamento che desiderano e il chatbot fa il resto. Cerca nell'intero inventario e offre agli utenti i giusti suggerimenti. Il bot aiuta anche con il processo di acquisto e offre upsell ai clienti.

5. PRESENTATO PERSONALMENTE

Personally Presented è un rivenditore di regali e il loro chatbot di messaggistica aiuta i clienti a trovare un regalo che valga la pena fare.

Nel chatbot viene inserito un motore di raccomandazioni di prodotto molto avanzato che consente al bot di consigliare prodotti a un livello molto granulare in base al destinatario, alla personalità o all'occasione.

Il bot presenta anche alcune interessanti funzionalità stagionali come una lettera personalizzata di Babbo Natale stesso che gli utenti possono generare e scaricare gratuitamente tutto direttamente all'interno di Messenger.